Donna con le foto dei figli

"Abbandoniamo il cane per andare in vacanza": le reazioni dei bambini

Il sesso dopo una festa

Circa la metà delle fotografie di minori che vengono pubblicate sui social network finiscono in mani sbagliate: possiamo correre questo pericolo?

Una recente sentenza del tribunale di Mantova ha stabilito che la pubblicazione sui social delle foto Donna con le foto dei figli figli necessita dell'autorizzazione di entrambi i genitori. La sentenza nasce da una visione diametralmente opposta di due ex coniugi: la madre di due bambini, rispettivamente di 1 anno e 3 anni e mezzo, aveva scelto di condividere su Facebook alcuni scatti, mentre il padre, ex marito, era contrario.

Le motivazioni con cui il giudice ha stabilito che serve il via libera di entrambi i genitori sono chiare: "L'inserimento di foto di minori sui social network costituisce comportamento potenzialmente pregiudizievole per essi", si legge nel provvedimento.

Il rischio maggiore è "la diffusione delle immagini fra un numero indeterminato di persone, conosciute e non, le quali possono essere malintenzionate". La sentenza va nella giusta direzione. Ma non basta. Perché anche se entrambi i genitori fossero d'accordo nel pubblicare le foto dei propri figli sui social, il tema resta. Quello dei pericoli, che spesso gli adulti di riferimento educativo sono incapaci di riconoscere: la rete dark, quella oscura.

Sottovalutazione e approssimazione possono comportare esperienze devastanti per i figli, soprattutto in quella Donna con le foto dei figli delicatissima che è l'adolescenza, anche se l'uso degli smartphone in età sempre più giovane, ha pericolosamente precocizzato, fino all'infanzia, il pericolo di ritrovarsi vittime della rete.

Recentemente due adolescenti, avendo accettato da uno sconosciuto che le aveva adescate in rete, sono state violentate a Roma. Il desiderio di pubblicare le foto dei propri figli nasce da un sentimento positivo di condividere con gli amici in rete i propri momenti familiari. Ma tante volte la stessa pubblicazione esprime un orgoglio dei genitori che esibiscono i propri figli in rete più semplicemente, per sentirsi realizzati. I figli piccoli vanno preservati dai rischi del web.

Nel frastagliato universo emotivo che caratterizza le relazioni nella coppia con figli e in quello, altrettanto variegato e complesso, dei legami tra genitori e figli, la pubblicazione sui social network, da Facebook a Instagram, delle foto che ritraggono minori rappresenta un aspetto le cui conseguenze non sono da Donna con le foto dei figli.

Quelle foto sono immediatamente ovunque e potenzialmente per sempre. A fronte della pubblicazione delle foto sui social occorre sottolineare la necessità, per i genitori, di guardare all'interno più che all'esterno. All'interno delle proprie mura domestiche, dove i figli e anche i genitori sono sempre più connessi al proprio telefonino o al proprio pc, ma di fatto soli e dis-connessi dal contesto reale. E non Donna con le foto dei figli raro osservare genitori con la testa chinata sullo smartphone mentre Donna con le foto dei figli figli cercano, invano, un segnale di attenzione.

Non basterà, forse, a frenare la corsa alla pubblicazione delle foto dei propri figli sui social, ma quantomeno innesterà nei genitori e nei figli uno spunto di riflessione più profondo sulle reciproche relazioni nell'affiancamento educativo.

Ricevi le storie e i migliori blog sul tuo indirizzo email, ogni giorno. La newsletter offre contenuti e pubblicità personalizzati. Per saperne di più. Follow us. Termini Informativa sulla privacy. ALTRO: cittadini diritti minori privacy social-network.

Ilva, Luigi Di Maio non tiene più i suoi parlamentari, ammutinamento a un passo. E lui fa l'ecumenico. Il governo nella notte dell'Ilva. Accettai il suo silenzio, la volevo troppo". Questa malattia richiede cure continue e grande sofferenza".

Ex Ilva, la rabbia non risparmia più nessuno da Taranto G. Appello sovranista.